SIMBOLI OLIMPICI

18 08 2008

Tempo di Olimpiadi, a tre quarti del percorso ho già scelto i mie tre personaggi-simbolo.

Mat Emmons: stella del tiro a segno americano capace di buttare via una medaglia d’oro già appesa al collo. In finale, all’ultimo colpo, con tutte le posizioni del podio già decise, aveva la vittoria in tasca. Doveva solo mettere nel bersaglio l’ultimo colpo, non era necessario fare un 10 (come aveva sempre fatto fino a quel punto), era sufficiente centrare il bersaglio. Dietro di lui, seduta sugli spalti, la moglie aveva già un sorriso grande così. Invece: proprio con l’ultimo colpo il bersaglio non lo ha nemmeno beccato. Un erroraccio che lo ha fatto precipitare al quarto posto. Quattro anni fa, ad Atene, stessa scena, solo che con l’ultimo colpo centrò il bersaglio dell’avversario che gli stava vicino. Ditemi quello che volete, ma provo compassione e tenerezza verso personaggi così sfigati, tipo gli eroi greci che muoiono subito dopo aver compiuto l’impresa.

Andre Howe: il “fenomeno” dell’atletica italiana (che qualche giornalista un po’ scritteriato ha avuto il coraggio di paragonare a Carl Lewis) non arriva nemmeno in finale nel salto in lungo, la sua specialità. E dire che era una delle medaglie date per sicure. E invece niente: il 7,81 non è stato sufficiente. Un enorme flop. Lui si è scusato dicendo che non era in forma, non era in grado di gareggiare. Ma io dico: che scusa è? Come si fa a non essere in forma per un’Olimpiade, semplicemente l’appuntamento più importante nella carriera di un atleta? Non essere in forma non è una scusa, ma un errore gravissimo. Signor Howe, lei fa l’atleta professionista non il meccanico (con tutto il rispetto per la categoria) che ritaglia un po’ del suo tempo per allenarsi. Se io mi dimentico di spedire in tipografia la prima pagina e il giornale non esce, non me la posso cavare dicendo “non ero in forma”. E’ un dramma. Lei non mi è parso così affranto, forse un po’ più di maturità non guasterebbe.

Dara Torres: nuotatrice americana, 41 anni, capace di portare a casa tre argenti. Semplicemente incredibile. Lei era in forma.

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: