UN UOMO, UNA BANDIERA E UN SIMBOLO

18 01 2008

Questa la notizia battuta dall’Ansa:

(ANSA) – BERLINO, 18 GEN – E’ morto Mikhail Petrovic Minin, il soldato sovietico che innalzo’ la bandiera rossa con la falce e martello sulle rovine del Reichstag. La morte, riferisce il quotidiano tedesco Die Welt, e’ avvenuta la scorsa settimana a Pskov.Aveva 85 anni. La foto della bandiera innalzata da un soldato dell’Armata Rossa nel ’45 e’ diventata uno dei simboli della II guerra mondiale, come quella dei soldati Usa che innalzano la bandiera a stelle e strisce sull’isola giapponese di Iwo Jima.

Questa la foto:

Comunque la si voglia giudicare, è un’immagine simbolo della Seconda Guerra Mondiale. Un simbolo che ha come protagonisti una bandiera e un uomo, all’epoca poco più di un ragazzo, che non aveva la minima idea di essere sul punto di entrare nella Storia. Dite quello che volete, ma a me questi episodi colpiscono sempre.

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: